Olio di neem proprietà e usi

La natura ci offre da sempre l’opportunità di utilizzare i suoi frutti per il benessere del nostro organismo. Non è un caso se alcune sostanze, come l’olio di Neem, trovano impiego nella medicina tradizionale e naturale ormai da millenni. La medicina Ayurvedica, ad esempio, è tra quelle che ci tramanda le proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie ideale per curare la pelle, i capelli ed eliminare i parassiti. Ed il tutto con controindicazioni quasi inesistenti. Conosciamo questo prezioso estratto vegetale più da vicino.

Cos’è l’olio di Neem

L’olio di Neem è un particolare olio di origine vegetale. La sua estrazione, infatti, avviene dai semi dell’albero di Neem, scientificamente noto come Azadirachta Indica. Un albero tra i più imponenti che esistono e che cresce, per lo più, nelle regioni tropicali del pianeta, prima tra tutte l’India. Qui il Neem è sacro e prende il nome dalla Dea Neemari. Un albero sempreverde sfruttato in maniera particolare perché quest’olio è tra i più impiegati, per le sue caratteristiche, dalle industrie farmaceutiche e cosmetiche. Una volta estratto, l’olio di Neem appare di una colorazione rossastra ed è contraddistinto da una profumazione piuttosto pungente e a tratti sgradevole a metà strada tra l’aroma delle arachidi e quello dell’aglio.

Le proprietà dell’olio di Neem

L’olio di Neem viene utilizzato da millenni sia in campo farmacologico che cosmetico grazie alle sue caratteristiche e alle sue proprietà. Per comprenderlo meglio, partiamo dalla sua composizione:

  • Acido linoleico;
  • olio palmitico;
  • acido stearico;
  • acido oleico;
  • azadiriadione;
  • azadirone;
  • nimbidina;
  • sodium nimbinate;
  • nimbolinina;
  • deacetylnimbin;
  • salannina;
  • gedunina;

Benché siano tutti importanti, alcuni di questi componenti contribuiscono più di altri a dare all’olio di Neem le proprietà di cui gode. La Nimbina, ad esempio, ha ottime proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, fungicide, antipiretiche ed antibiotiche.

Ma quali sono le proprietà di questo olio per le quali viene più utilizzato? Possiamo riassumerle come segue:

  • Proprietà antiparassitarie per il benessere dei nostri amici animali, specialmente cani e gatti. Questo si deve essenzialmente alla sua profumazione che risulta particolarmente sgradita ai parassiti.
  • Per la stessa ragione, è un potente insetticida naturale che è possibile utilizzare per liberare le piante dagli insetti che le infestano. Basteranno 4 gocce sciolte in un litro di acqua da nebulizzare sulle piante da trattare.
  • Proprietà benefiche per la pelle grazie alla presenza di significative quantità di acidi grassi, antiossidanti e vitamina E. Con l’olio di Neem si curano con successo i problemi della pelle secca, delle righe (grazie ad un’aumentata produzione di collagene), dell’acne, delle verruche e delle dermatiti in generale. Anche smagliature e cicatrici sembrano trarre giovamento dalla terapia a base di quest’olio.
  • Benefìci per il cuoio capelluto. L’olio di Neem, ricco di antiossidanti, è utile per favorire la crescita del capello, li rende meno crespi, elimina la forfora e risulta un ottimo alleato nella lotta ai pidocchi grazie all’azadiractina che li debella in appena una decina di minuti. Se il cuoio capelluto, poi, risulta particolarmente infiammato, proprio quest’olio si è rivelato un ottimo rimedio grazie alla nimbidina che sfiamma ed elimina l’irritazione.

Per cosa si usa l’olio di Neem

Abbiamo visto come questo prodotto naturale sia prezioso principalmente per la pelle, anche degli animali. Vediamo ora nei dettagli i diversi usi nel quotidiano:

Usare l’olio di neem come antiparassitario

È possibile usare questo tipo di olio come antiparassitario con ottimi risultati. Questo vale, lo abbiamo già anticipato, sia per le piante che per gli animali. Qualunque tipo di organismo infestante, quindi, ha vita davvero breve se si utilizza l’olio di Neem per debellarlo. Per gli animali domestici, in particolare cani e gatti, è possibile utilizzare il prodotto direttamente sul pelo evitando, naturalmente, le zone sensibili degli occhi e delle mucose.

In alternativa, se si preferisce, è possibile realizzare una soluzione da nebulizzare, poi, sull’animale. Basterà sciogliere 100 ml olio in un litro di acqua calda e procedere con l’applicazione. Utilizzare, invece, 4 gocce di olio per ogni litro di acqua sarà il modo migliore per preparare uno spray da nebulizzare per piante (di ogni specie) colpite da parassiti, funghi o insetti.

In alternativa è possibile preparare un ottimo antiparassitario per piante miscelando:

  • 100 ml di olio di Neem;
  • 100 ml di alcol etilico;
  • 10 litri di acqua tiepida.

In questo caso, dopo aver mescolato con cura tutti gli ingredienti, questi andranno versati in un flacone con erogatore spray e nebulizzati sulle piante. Dal momento che le quantità sono importanti, qualora si fosse conservato un flacone preparato in precedenza, è importante agitarlo prima dell’uso in quanto, con il tempo, l’olio di Neem va incontro ad un processo di solidificazione.

Olio di Neem per curare la dermatite

L’olio di Neem è uno dei prodotti naturali più utilizzati per la cura della dermatite. Sono ormai noti da millenni le sue proprietà nella cura della pelle dal momento che acidi grassi, vitamina E e antiossidanti sono tra le sostanze maggiormente amiche del derma. La dermatite, in particolare, è una condizione molto fastidiosa della pelle, un’infiammazione che provoca rossori, prurito, desquamazioni, gonfiori e altro.

L’olio di Neem, applicato sulla pelle, ha dimostrato tutta la sua efficacia in grado di portare sollievo ed abbreviare i tempi di recupero. Per l’applicazione basterà utilizzare un comune dischetto di cotone su cui versare alcune gocce di olio andando, poi, a tamponarlo delicatamente sulla pelle. Basteranno una ventina di minuti per il completo assorbimento che dovrà essere seguito da un delicato risciacquo della zona trattata.

Olio di Neem ha controindicazioni?

Trattandosi di un prodotto di origine vegetale, ha un numero di controindicazioni davvero molto basso. In genere, infatti, non porta disturbi successivi all’utilizzo se non nel caso in cui si sia allergici ad uno dei suoi componenti. In questi casi le reazioni che si sono registrate vanno dal bruciore all’arrossamento della zona trattata. Per garantire il corretto utilizzo del prodotto, è indispensabile, successivamente all’acquisto attenersi in maniera molto scrupolosa a quanto indicato nel foglietto illustrativo o sulle etichette.

Nel caso di dubbi in merito a particolari “incompatibilità” con l’utilizzo dell’olio di Neem, il consiglio generale è quello di miscelarlo con altri oli dai toni più delicati, come ad esempio quello di cocco o di oliva. Qualora, comunque, si verificasse l’insorgenza di un qualsivoglia effetto indesiderato, è necessario sciacquare immediatamente la zona interessata, tamponarla per bene e chiamare il proprio medico di fiducia per informarlo di quanto accaduto e ricevere, quindi, gli adeguati consigli da mettere in pratica.

Dove è possibile acquistarlo?

E’ possibile acquistare questo prodotto nei negozi di cosmesi oppure online direttamente su Amazon a prezzi convenienti. Ecco le migliori offerte per acquistarlo online: