Girello per anziani come sceglierlo

Le persone anziane hanno bisogno principalmente di un aiuto: strumenti e strategie per rimanere attivi e autonomi. Anche se ha bisogno comunque di un “badante di compagnia” per ricordare di prendere le medicine o per cucinare, l’anziano deve avere un suo margine di autonomia e di movimento. E questo non va mai scoraggiato, altrimenti subentra la depressione, che fa soffrire più di ogni malattia.

Il girello è un mezzo utile per consentire di restare autonomi a lungo. Presente anche in tante strutture che si occupano di assistenza agli anziani, è uno stimolo che invoglia a non abbandonarsi. Sceglierlo è abbastanza facile: basta conoscere l’ambiente in cui l’anziano si muove e la sua capacità di movimento, anche in base alla forza. La scelta per l’acquisto è davvero ampia; è importante studiarne le caratteristiche per individuare il più adatto alla propria situazione.

Girello per anziani con seduta

Tutti ormai conoscono il girello per anziani, o deambulatore, in quanto è un dispositivo che si vede spesso. Siamo abituati a vedere quello tradizionale, un manubrio con tre lati collegato a una struttura con rotelle e gomme frenanti. L’anziano lo spinge appoggiandovi sopra mani e gomiti, ma non cade perché le rotelle anteriori sono frenate dalle gommine posteriori.

Questo è il girello più pratico, specie per anziani che si muovono facilmente. Ma per chi si affatica spesso esistono anche girelli con seduta incorporata. Al momento sono quelli più di moda, perché hanno questa comodità in più: un sedile piccolo e morbido, solitamente situato sul davanti. Se la persona si stanca basta che si fermi, si giri e si accomodi. Inoltre, la seduta non è troppo bassa, e questo aiuta la persona anziana ad alzarsi. Le normali sedute delle panchine del parco non sempre sono adeguate a chi ha qualche problema di mobilità; non a caso spesso per casa si sceglie la giusta poltrona per anziani.

Altri tipi di girello con seduta prevedono invece un seggiolino pieghevole che rimane chiuso su un lato del manubrio. Se l’anziano ha bisogno di sedersi, lo sgancia, lo abbassa e vi si accomoda sopra. Questo tipo di girello con seduta è però più adatto alle persone che hanno meno problemi di coordinamento motorio e comporta sicuramente un po’ troppi passaggi prima di sedersi.

Deambulatore per anziani ascellare

Tra i dispositivi di nuova generazione per l’assistenza agli anziani ci sono anche i deambulatori, o girelli, ascellari. Sono girelli come gli altri ma con il manubrio più alto così da poter essere imbracciato e sistemato sotto le ascelle. Questo tipo di dispositivo è pensato per anziani che possono ancora muoversi bene ma hanno poca forza nelle braccia e perdono l’equilibrio facilmente.

L’appoggio sotto le ascelle li mantiene più fermi nella posizione eretta e li fa sentire sicuri durante gli spostamenti. Il corpo si “tiene su” da solo e quindi braccia e gambe fanno meno fatica.  Anche i girelli ascellari possono avere una seduta. Anzi, in questa versione quando l’anziano si accomoda sul sedile predisposto avrà anche una spalliera più alta a sostenerlo.

Tenete conto che per i girelli ascellari con seduta smontabile – ad esempio, ripiegata su un lato del manubrio – può accadere che la persona non sia in grado di gestirla da sola. Questo tipo di deambulatori sono consigliati agli anziani che hanno comunque una assistenza costante al proprio fianco, che possa aiutarli ad aprire o chiudere la seduta all’occorrenza.

Data la facile manovrabilità dei girelli ascellari, spesso hanno quattro ruote invece di due. E i freni sono azionabili dal manubrio stesso, come quelli di una bicicletta. Non dovendo fare molti sforzi con le braccia, gli anziani possono usare le mani per frenare in ogni istante. Un girello ascellare consente un equilibrio maggiore e una minor probabilità di caduta.

Miglior Girello per anziani