Dove si butta la ceramica

La ceramica è un rifiuto che generalmente non viene prodotto quotidianamente, ma può capitare di doversi disfare di vecchi piatti ormai sbiaditi o crepati, o di un vaso caduto accidentalmente a terra o ancora peggio, avere l’esigenza di smaltire vecchi sanitari a seguito di una ristrutturazione del bagno. Ma quindi dove si butta la ceramica? Ecco le modalità per smaltire questo materiale:

Dove si deve buttare la ceramica?

La ceramica, il gres o la porcellana se di piccole dimensioni (tazzine, piatti, souvenir, etc..), va gettata nel bidone della raccolta indifferenziata. Nel caso si trattasse, invece, di un rifiuto più grande come ad esempio i sanitari del bagno (bidet, lavandino, wc, etc..), va smaltita presso il centro di raccolta presente nel proprio comune di residenza. E’ assolutamente proibito dalla legge abbandonare per strada rifiuti in ceramica, in quanto è un materiale altamente inquinante.

La ceramica è un materiale che non può essere riciclato, come invece accade per vetro, carta plastica o polistirolo, che possono essere riutilizzati tramite alcuni processi di riciclo.

Quali altri materiali sono simili alla ceramica?

Oltre alla ceramica, anche tutti i materiali simili, vanno smaltiti correttamente con le stesse modalità indicate sopra. I materiali che hanno la stessa composizione della ceramica generalmente sono i seguenti:

  • Porcellana
  • Gres Porcellanato
  • Argilla
  • Terracotta
  • Granito
  • Marmo
  • Cotto

Dove si buttano i cocci di terracotta?

Anche gli oggetti in terracotta devono essere smaltiti presso il centro di raccolta speciale presente in quasi tutte le città. In alternativa, se hai un po’ di creatività, puoi provare a riciclare in tanti modi gli oggetti in terracotta.