Come sapere i km reali di una macchina usata

Auto usata: occhio ai chilometri

State valutando l’acquisto di un’auto di seconda mano e volete verificare se il numero di chilometri dichiarati dal rivenditore sono quelli realmente percorsi? Non è raro avere brutte sorprese a riguardo. Generalmente si sceglie l’automobile di seconda mano, oltre che per il prezzo naturalmente, in base al chilometraggio già percorso, allo stato della carrozzeria e degli interni e anche per eventuali optional a cui si può essere più o meno interessati (come la dotazione o meno del navigatore ad esempio).

Un indizio per scoprire una possibile incongruenza tra i km dichiarati e quelli effettivi è dato dallo stato di usura della pedaliera, in particolare dei pedali di frizione e acceleratore. Naturalmente, questo nel caso in cui venga dichiarato dal rivenditore che quel componente non è mai stato sostituito.

Ma senza giocare al detective, potete più semplicemente effettuare la verifica dei chilometri percorsi tramite diversi portali totalmente gratuiti e di semplice consultazione.

Portali online per la verifica dei km percorsi dall’auto

Accedendo al sito www.ilportaledellautomobilista.it, dopo esservi registrati e aver creato il vostro account, avrete a disposizione diversi servizi tra cui la verifica del chilometraggio, l’ultima revisione effettuata, il numero di punti presenti sulla vostra patente di guida. Per controllare i km percorsi è sufficiente inserire il numero di targa del veicolo che volete verificare e il gioco è fatto.

Un sito ancora più rapido e che non necessita di registrazione è www.KMSICURO.it: in pochi secondi digitando semplicemente il numero di targa otterrete le principali informazioni sull’automezzo ovvero nome marca e modello, cilindrata, data di immatricolazione, data dell’ultima revisione effettuata nonché appunto la quantità di km percorsi risultanti dall’ultima revisione.

Naturalmente questo significa che l’auto usata che si intende acquistare deve avere almeno 4 anni ovvero avere già effettuato la prima revisione. Diversamente, questi siti non possono per ovvi motivi essere in possesso dei dati necessari.

Pertanto, se avete messo gli occhi su un’auto di seconda mano ma non molto datata (al di sotto dei 4 anni appunto), l’unico modo per avere la certezza del numero reale dei suoi chilometri è portarla per un check da un vostro meccanico di fiducia.

Cosa fare se i km dichiarati non corrispondono a quelli reali

Se ne siete venuti a conoscenza prima di aver concluso l’acquisto dell’auto, direi che la cosa più saggia da fare è lasciar perdere e cercare un altro automezzo e vi consiglierei anche di rivolgervi a un rivenditore più onesto. Se purtroppo lo avete scoperto post acquisto, potete rivolgervi all’Unione Nazionale Consumatori tramite il sito www.consumatori.it per intraprendere un’azione legale.

Accedete al sito e cliccate su Bacheca reclami : compilando i campi settore, sportello e seleziona il problema potrete descrivere di quale tipo di truffa (perché di truffa si tratta!) siete rimasti vittime. Oppure potete contattare l’Unione Nazionale Consumatori telefonicamente al numero 06 32600239.

Infine, anche se questo non vi risarcirà del danno materiale per il prezzo pagato a fronte di un’auto con maggiori km percorsi, vi suggerisco di segnalare il fatto su www.agcm.it per pratica commerciale scorretta.

In questo modo, l’AGCM che è l’Autorità Garante della Concorrenza aprirà il fascicolo per pratica commerciale scorretta e disporrà a carico del rivenditore da cui avete acquistato l’auto usata le sanzioni previste in questo caso che vanno da € 5.000,00 fino a € 5.000.000,00.