Come montare i raccordi idraulici

Raccordi idraulici: ecco come montarli

I raccordi idraulici sono un elemento molto importante per il buon funzionamento di una tubatura che si divide in più parti. Ma come funzionano? Analizziamo i vari raccordi idraulici, così che tu possa capire quale fa al caso tuo, per il tuo lavoro fatto in casa, o, in alcuni casi, in azienda. Con alcuni tipi di raccordo, dovrai saldare.

Ma non andare nel panico, analizziamo i fattori e il lavoro che dovrai fare. Ad aiutarci ci saranno anche alcune informazioni fornite da professionisti del settore, ovvero i tecnici di idraulicomilanoeprovincia.it che con il loro servizio idraulico a Milano offrono riparazioni a domicilio h24.

Cos’è un raccordo idraulico e quali sono i materiali

Un raccordo idraulico è uno strumento semplice che permette il collegamento tra due tubazioni, in modo da evitare dispersione di liquidi o, in alcuni casi, di gas. I materiali con cui sono fatti possono essere di due tipi: metallica, che si suddividono in ferrosa e non ferrosa e non metallica, ovvero di natura plastica. Siamo nel periodo plastic free, ma ahimè ci sono alcuni casi in cui il raccordo plastico può risultare utile. Adesso che abbiamo capito i materiali, e che la loro utilità varia dal contesto, vediamo le diverse tipologie di raccordo, ognuno utile per un lavoro diverso.

Tipologie di raccordi

Sapere il tipo di raccordo può aiutarti a fare un buon lavoro, o almeno a non peggiorare la situazione. Infatti, con un raccordo specifico dovrai usare un metodo diverso di montatura. Prima però vediamo i raccordi:

  • Gomito: il raccordo a gomito ha la forma di un gomito: infatti è utile a collegare due tubature poste su diversi livelli: una in orizzontale e una in verticale;
  • Manicotto: questo raccordo ha il centro in rilievo ed è infatti utile per unire due tubature dritte, ovvero sullo stesso asse;
  • Riduttore: questo raccordo avrà due diametri diversi; difatti, la sua utilità è per unire due condotti con un diametro diverso;
  • Raccordo a T: Penso che il nome faccia intendere la sua forma, ed è utile per collegare tre tubature;
  • Raccordo a tappo: utile per tappare un tubo;
  • Tampone di visita: questo raccordo ha più forme, ed è utile per creare un punto d’accesso all’impianto;
  • Raccordo a Y: permette il collegamento di tre tubi, ma in questo caso la forma del raccordo è a Y.

Adesso che sappiamo le forme dei raccordi, dobbiamo suddividerli in due categorie: quelli che hanno solo la necessità di essere stretti e quelli che invece devono essere saldati.

Raccordo da avvitare

Devi fare un lavoro in casa? Sostituire o aggiustare una tubatura, di un lavandino, del water di casa, o della doccia? Il miglior raccordo per te è da avvitamento: come avvitarlo? Innanzitutto l’avvitamento va fatto in senso orario, mentre in senso antiorario si svita: destra avvita e sinistra svita. Dopo aver detto ciò, avrai bisogno di sapere con quale strumento effettuare il tuo lavoro: i migliori strumenti per avvitare sono la Pinza a Pappagallo e la chiave inglese. Prima di iniziare il lavoro si consiglia di coprire il luogo circostante l’operazione, per non graffiare accidentalmente alcuna zona.

Oltre a ciò, un altro consiglio è quello di provvedere ad assicurarsi che siano a tenuta stagna: di solito basta stringere, e per farlo una chiave dovrà girare in senso orario mentre l’altra dovrà mantenere salda la parte che sarà avvitata: con ciò, il raccordo dovrebbe essere chiuso a pressione: alcuni consigliano però di trovare un modo per lubrificarli e per non rompere o disallineare il tubo.

Raccordi da saldare

Se invece devi saldare, ricorda di scegliere accuratamente la lega del raccordo: da ciò dipenderà la qualità del sistema. Dopo ciò, dovrai prima applicare il flusso di saldatura al tubo, che permetterà al materiale di non avere un ulteriore ossidazione. Dopo aver posto il raccordo, si dovrà regolare una fiamma blu e saldare i due materiali. Quando si avrà la sicurezza del lavoro, pulire con un panno e rimuovere le escrescenze formate dalla fiamma. In questo caso, il lavoro della ricerca del materiale e delle dimensioni è essenziale, per non buttare tempo e soldi.