Come lubrificare un cilindro europeo

Gran parte delle serrature installate in Italia utilizzano un tipo di chiusura standard chiamato cilindro europeo, che è considerato molto sicuro e che ha anche parecchi vantaggi per quanto riguarda la gestione e la sostituzione, nel caso ci siano danneggiamenti oppure se si perdono tutte le chiavi.

Per quanto sia solitamente realizzato in ottone o in acciaio temperato antitaglio, può capitare abbastanza spesso che i cilindri europei, soprattutto quelli installati su porte che danno sull’esterno, presentino qualche piccolo problema di scorrimento. Non bisogna mai insistere con la chiave, perché c’è il rischio di spezzarla nella toppa ma è invece necessario effettuare una piccola operazione di lubrificazione.

Abbiamo chiesto l’aiuto a fabbrofirenzeeprovincia.it, fabbro di Firenze esperto in materia, che ci spiegherà come procedere passo passo.

Come si lubrifica il cilindro della serratura

Il sistema migliore per sbloccare gli inceppamenti è quello di utilizzare un lubrificante con un altissimo grado di fluidità, ad esempio un lubrificante spray. Ne esistono molte formulazioni differenti, ma l’importante è che svolgano la funzione in maniera rapida ed efficiente.

Su internet si possono tranquillamente trovare per pochi euro, così come in un qualsiasi negozio di ferramenta e nei grandi magazzini di bricolage. Per lubrificare il cilindro europeo non c’è bisogno di smontare nulla, almeno nella stragrande maggioranza dei casi, sebbene possa capitare che il problema si trovi proprio nella parte mobile che è dentro la porta.

Si spruzza direttamente il lubrificante sia all’esterno che all’interno della serratura e si lascia riposare per il tempo necessario al fluido per entrare, poi con molta calma e pazienza si comincia a infilare la chiave, per fare in modo che il liquido riesca a penetrare fino in fondo.

Se necessario si può spruzzare una seconda volta. Di solito non è necessario lubrificare anche la chiave, perché la viscosità degli sbloccanti è talmente bassa che non riuscirebbero ad aderire alla superficie e finirebbero per colare fuori dalla porta.

Se invece ad essersi bloccato è proprio la parte mobile che si trova al centro del cilindro, purtroppo c’è bisogno di svitare i bulloni di bloccaggio e di far scorrere dolcemente il pezzo fino a che non si trova la sezione mobile e spruzzarci sopra il lubrificante che si è scelto di utilizzare. Leggi qui come sostituire un cilindro europeo!

Che cosa non fare per lubrificare cilindri europei

Non bisogna mai utilizzare il grasso. A differenza di tante parti meccaniche, infatti, il cilindro europeo si può considerare abbastanza pigro e questo significa che se ci sono particelle di sporco, queste finiscono per restare intrappolate nel grasso e a causa della sua elevata viscosità si depositano nelle parti più interne e dopo può risultare difficile farle uscire.

Il grasso però va bene, per esempio, per lubrificare il dente che entra nel setto sullo stipite. Si consiglia, invece, di lubrificare il resto dei pezzi con il classico lubrificante spray, che rispetto al grasso non lascia macchie e segni appiccicosi.

Può capitare, in molti casi, che la causa del blocco del cilindro europeo sia in realtà da ricercarsi proprio in una lubrificazione scorretta, fatta in passato da qualcun altro. In questo caso bisogna armarsi di pazienza e utilizzare il solito lubrificante spray con dosi un po’ più abbondanti, utilizzando la chiave per far uscire, esercitando pressione, la quantità più alta possibile di grasso residuo presente.

Per fortuna gran parte dei lubrificanti viscosi di natura sintetica sono solubili negli sbloccanti spray e quindi si riesce a eliminare tutto il grasso in eccesso in pochi secondi.

Tutte queste operazioni andrebbero sempre fatte portando i guanti e possibilmente indossando gli occhiali di protezione, perché il lubrificante spray oltre ad avere un odore piuttosto forte, che ricorda in molti casi il limone, è tossico e può essere irritante per la pelle, ma in particolare per gli occhi e per le mucose.

A lavoro finito conviene sempre dare una pulita con un po’ di carta assorbente alla chiave, per evitare di rinfilarsela in tasca trovandosi i pantaloni macchiati, perché la base sintetica di lubrificante non perdona e lascia segni permanenti su tutti i tessuti.