Come cambiare la serratura di una porta blindata

La messa in sicurezza della propria casa è fondamentale non solo quando si è lontani dal nucleo abitativo ma anche nella quotidianità. Negli ultimi anni l’utilizzo di porte blindate ha migliorato notevolmente la sicurezza e ridotto i furti da parte dei malintenzionati, aiutando i proprietari di casa a rasserenarsi.

A volte però si ha la necessità di cambiare serratura di una porta blindata, magari per trasloco, usura, manomissione o se si è costretti ad aprire una porta bloccata. Nelle prossime righe vedremo come cambiare una serratura di una porta blindata.

Sostituzione serratura della porta blindata: affidarsi a un professionista

Premesso che è necessario avere un po’ di manualità per effettuare la sostituzione della serratura di una porta blindata, si consiglia di affidarsi a un professionista se non si è pratici nel fai da te dove vi è la necessità di utilizzare strumenti dedicati. Un esperto del settore, in questo caso un fabbro, saprà adottare la soluzione più intelligente al modello di porta blindata di riferimento. I costi e i tempi di lavorazione sono estremamente vantaggiosi, dando modo a chiunque di potersene servire senza remore.

Cambio serratura porta blindata: soluzione fai da te

Una soluzione fai da te è ovviamente più conveniente e intrattenente, ma è opportuno essere a conoscenza di alcune caratteristiche della porta blindata prima di cimentarsi nella sostituzione della serratura della propria porta blindata.

l primo aspetto su cui informarsi in modo oculato è il cilindro all’interno della porta. Esistono diverse tipologie di cilindro ed è fondamentale identificare il modello preciso per non imbattersi in incompatibilità. Se non vi sono codici prestampati sul cilindro si consiglia di misurare lo spessore dello stesso e appuntarlo.

Altro aspetto essenziale è conoscere la tipologia di serratura: cilindro europeo oppure a doppia mappa. Nel secondo caso il processo di sostituzione diventa molto complesso ed è quasi inevitabile l’intervento di un professionista.

Come cambiare la serratura

Identificati spessore e tipologia di cilindro è il momento di procedere alla sostituzione della serratura. Affinché ciò possa avvenire con facilità e velocità è necessario suddividere il procedimento in tre fasi: raccolta degli strumenti, rimozione serratura e inserimento della serratura.

Raccolta degli strumenti

Il primo passo consiste nel preparare tutto l’occorrente per intervenire sulla porta blindata. Saranno necessari: un sollevatore di porte, due cavalletti, avvitatore, chiave a brugola da 2,5-3-4-5, cacciavite a croce, punta di ferro da 3.10, taglierino, nastro biadesivo e infine delle pinze per anelli elastici. A questo punto è possibile avviare la procedura di cambio della serratura.

Rimozione serratura

Aprire la porta blindata formando un angolo di 90° e sollevarla leggermente da terra posizionando il sollevatore nella parte centrale. A questo punto poggiarla sul cavalletto e rendere la struttura ferma e senza vibrazioni. Ora è il momento di smontare i pezzi, usualmente in questo ordine: pannello interno, maniglia, pomoli, placche, viti del pannello e cerniere utilizzando la punta di ferro da 3.10.

A questo punto, utilizzando il cacciavite, è possibile rimuovere la mostrina e la placca metallica per gli spifferi. Ora tocca allo spioncino, al coperchio della serratura, al quadro maniglia e al cilindro. Si consiglia di utilizzare dei guanti per evitare che le mani si sporchino dell’olio utilizzato per la lubrificazione dei cilindri.

Inserimento della serratura

Sebbene la rimozione sia estremamente semplice da effettuare, lo è sicuramente meno inserire la nuova serratura. Posizionare la nuova serratura all’interno della porta blindata e utilizzare gli spessori presenti all’interno della confezione per immobilizzarla. Installare il defender, il cilindro, il nucleo e il quadro maniglia. Arrivati a questo punto è necessario riposizionare il coperchio e reinserire il nastro biadesivo affinché il campanello possa reggersi sul pannello della cornice, successivamente farlo scivolare sull’asta per metterlo in posizione.

A questo punto bisogna riposizionare le cornici e la mostrina con l’anti-spiffero. Siamo giunti quasi alla fine, mancano all’appello solo il montaggio della maniglia, i pomoli, lo spioncino e le placche inferiori. Per terminare la lavorazione risollevare la porta dal cavalletto e disporla sul sollevatore, dando modo alla serratura di rientrare nel vano presente nel muro. Si consiglia di effettuare il lavoro servendosi di serrature di qualità per ottenere una longevità migliore.