Cane che ringhia al padrone: cosa fare

Si tratta senza dubbio di una situazione non piacevole, ma che può capitare: se sei proprietario di un cane e il tuo cane ti ringhia contro non devi sentirti in colpa. Spesso e volentieri infatti, la cosa viene presa sul personale e si tende a pensare di aver sempre sbagliato tutto nei confronti dell’animale e che il rapporto è ormai compromesso. Tuttavia, raramente è così. I motivi che spingono un cane a ringhiare infatti sono molteplici ed è importante individuarli per riuscire a risolvere la situazione.

Perché il cane ringhia?

Per il cane il ringhio rappresenta una semplice forma di comunicazione: si tratta infatti di un’azione che esso usa per esprimere un disagio o un’emozione negativa. Se questi episodi si ripetono spesso e in particolar modo avvengono all’interno delle mura domestiche allora è necessario agire per evitare di incorrere in conseguenze spiacevoli. I principali motivi per cui un cane ringhia sono i seguenti:

  • Dolore a una parte del corpo;
  • Traumi passati;
  • Situazione di disagio, sia nei confronti di un umano che di un altro cane.

Il cane inoltre, può ringhiare nei confronti del padrone e in questo caso i motivi possono essere ulteriormente diversi. Tra i più frequenti troviamo il gioco: quando un cane è eccitato (e questo accade in particolar modo durante i giochi) potrebbe ringhiare contro il padrone. In questo caso ovviamente non si tratta di un segnale negativo e non va assolutamente confuso.

Tuttavia, un cane può ringhiare anche in modo aggressivo e in questo caso bisogna fare attenzione. Questo è il ringhio più pericoloso perché il cane cerca di dare un avvertimento: se non si riesce a capire in tempo la situazione che gli crea disagio, potrebbe attaccare.

I cani inoltre, ringhiano contro il padrone per frustrazione: quest’ultima potrebbe essere causata dal guinzaglio così come da un gatto che soffia. Anche in questo caso è necessario individuare in maniera tempestiva la causa per risolvere il problema il prima possibile.

Cosa fare se il cane mi ringhia contro?

Abbiamo avuto modo di vedere quali sono i principali motivi per cui un cane tende a ringhiare contro il proprio padrone. Il ringhio non è sempre negativo, anzi: quest’ultimo infatti rappresenta un avvertimento da parte dell’animale, che effettua questa azione prima di attaccare. Per questo motivo, quando il cane ringhia è fondamentale trovare la causa del suo disagio e cercare di eliminarla.

Quando il cane ringhia contro è importante mantenere la calma: bisogna dunque evitare di arrabbiarsi ogni volta e soprattutto di alzare la voce nei suoi confronti, poiché con quest’atteggiamento si rischierebbe di peggiorare la situazione. Quello che bisogna fare è invitarlo ad avvicinarsi a noi e cercare di calmarlo, mantenendo un atteggiamento pacato e accarezzandolo lentamente.

Se invece il cane ringhia in seguito ad un rimprovero, allora il discorso è diverso: in questo caso infatti, il suo atteggiamento è dovuto alla frustrazione e alla necessità di dimostrare supremazia e potere.

Se nonostante questi accorgimenti la situazione non migliora, allora non si può fare altro che rivolgersi a un medico veterinario comportamentalista o a un addestratore. A prescindere da quale sia il motivo infatti, se il cane ringhia vuol dire che un motivo c’è. L’aiuto di questi professionisti dunque è fondamentale per evitare recidive: se infatti il cane viene educato fin da subito non tenderà a ripetere gli errori commessi.